HOME

UNA RIFLESSIONE AL GIORNO

ARCHIVIO

 

INVIATE IL VOSTRO COMMENTO ,GRAZIE ; forum@giovannidesio.it

 

 

 27 aprile 2017

Fine dell’ottimismo

Per l’ottimismo ottocentesco   il progresso era facilmente identificabile   e lo era nella democrazia,  libertà, pace,  praticamente nei valori occidentali moderni . Nel secolo scorso però, questo compatta fiducia è venuta meno nei campi di battaglia delle due guerre mondiali, nei lager, gulag e via dicendo , nel nostro secolo pure le economie vacillano e si ergono nuove culture, il fondamentalismo islamico, soprattutto i “sogni cinesi” 

Allora non sappiamo piu con chiarezza dove sia il bene, dove il male  , cosa sia progresso cosa regresso (decadenza )  La nozione va relativizzata: una volta si parlava di civiltà superiori e  di primitivi ora solo di diversità ,  di parametri soggettivi di valutazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 25073