Pubblicato   da     www.americacallsitaly.org   settembre   2014   HOME

 

 

 

 

FROM ISIS TO ISLAMIC STATE

 

 

 

 

 

 

PROCLAMAZIONE DELLO STATO  ISLAMICO

 

Giovanni De Sio Cesari

 

Pubblichiamo di seguito la traduzione di una parte del proclama che ha istituito il califfato dello  Stato Islamico,  gia prima noto  con l’acronico di  ISIS ( o ISIL ) operante fra Siria e Iraq.

Riteniamo importante leggere direttamente documenti del genere perchè essi solo ci possono dare  una idea del clima culturale e psicologico in cui le vicende avvengono,  un   clima che è estremamente  lontano dalla nostra moderna sensibilità occidentale.

Il documento all’inizio non si scosta da altri consimili  di altre consimili organizzazioni jihadiste. Il presupposto è che solo l’islam  ( cioè l’abbandono alla volontà di Dio ) puo  dare all’uomo non solo il paradiso nell’altro mondo ma anche  felicitùà e prosperità in questo.

 Il popolo arabo era arretrato e misero : ma poichè hanno ascoltato la voce di Dio ( il corano) divennero i conquistatori e dominatori del mondo, furono non solo i più prosperi ma  anche  i piu elevati culturalmente. Da quando hanno cominciato ad abbandonare la strada tracciato da Dio ( shari’a) e sono stati sedotti dai modelli  dei miscredenti occidentali (di satana,) allora hanno cominciato a decadere. Solo il rifiuto radicale dei modelli occidentali ( la  democrazia, il laicismo. lo stato nazionale) e il ritorno integrale ai comportamenti  delle origini (salaf) possono porre termine al l’umiliazione e alla miseria e riportare i credenti nel vero Dio al ruolo che spetta loro che sono i “migliori”

 

Di particolare  nel proclama vi è il ritorno al califfato. I califfi erano i successori di Maometto alla guida  della ummah  ( comunita dei  fedeli) e anche quando poi si istituirono di fatto molteplici  stati islamici indipendenti tuttavia mantennero un loro  ruolo ideale,  un po come gli imperatori cristiani medioevali  Il califfato, passato in ultimo  al sultano turco, fu abolito nel 1924 ai tempi della rivoluzione laicista di Kemal Ataturk.  Il califfo dovrebbe riunire tutti i  mussulmani superando fazioni, nazionalismi  e divisioni per creare un unico stato islamico. In realtù appare del tutto ingiustificato che un califfo sia eletto da una oscura  assemblea (dell’ISIS ) che elegge  un personaggio altrettanto oscuro ( al Al-Baghdadi): ci sarebbe bisogno almeno di un pronunciamento generale del  mondo islamico attraverso le sue più prestigiose  autorità che invece si sono tutte dichiarate contrarie  Nella seconda parte  del documento , che per brevità non riportiamo, si cerca di rispondere a questa obiezione  affermando che le condizioni contingenti non rendono possibile una tale consultazione e che i successi che riporteranno giustificherà  la scelta: nel frattempo si fa pero obbligo a tutti i mussulmani di dare supporto al califfo . quelli che non lo faranno saranno sgozzati o sventrati

 

 Tra parentesi in corsivo riportiamo vari chiarimenti su termini  e usi,  non sempre  noti

 

 

Il tempo è venuta per la Ummah di Muhammad di svegliarsi

 

il sole del Jihad è risorto, lode ad  Allah, l'onnipotente  e il grande . pace e  benedizioni su di lui

la sua spada è inviata   come una misericordia per tutto il creato  [Corano 24:55] '

Allah ha promesso questo  a voi  che credete e fate azioni giuste e buone, secondo la sua  volontà

Con certezza Egli concede la successione  (della autorità di Muhammed, cioe il califfato ) sulla terra, come Egli la concesse a quelli che vennero prima di voi e concederà loro l'autorità per praticare la religione che Egli ha stabilito 

Egli zicuramente concederà  loro in cambio la possibilità  di adorare Lui  e di non associare nessuno nel suo  culto 

 

Successione, Istituzione, e sicurezza

 La  promessa di Allah è riservata ai  mussulmani, ma a  condizione.di mantenere la  fede in Allah, tenendo lontano dalle loro vite  e a sottraendosi a  shirk [politeismo] e alle sue tenebre sottomettendosi in tutto alla volontà di Allah , nelle piccole come nelle grandi cose: solo a questa condizione la promessa sarà mantenuta 

Allah da onore alla  ummah se non accetterà  di sottomettersi a niente e a nessuno  che non sia Allah.  se  non accetterà  il peccato ne l'oppressione .

Questa è la ummah di Muhammad . che, ogni volta che  ha fede sincera in Allah  si adempira la sua promessa.

(Ummah significa comunita: la ummah di Muhammed  è quindi la comunita che segue muhammed: in genere si dice semplicemente  ummah: Il nome del profeta non si traduce  perche è la parola di Dio. I mussulmani non dicono mai: Maometto: sarebbe  blasfemo)

Allah ha mandato il Suo messaggero  ( rasul generalmente tradotto con profeta) quando  gli arabi erano nell’abisso  dell'ignoranza, nelle tenebre cieche. Essi erano i più  laceri, i più affamati, i più arretrati di tutti gli altri popoli. Essi affondavano nella più profonda umiliazione. Questa era la condizione degli arabi prima dell'Islam

 Poi, quando Allah li benedisse con l'Islam ed essi credettero, Allah li unificati, ha dato compattezza  alle loro  schiere  sollevandoli dalla loro umiliazione e povertà per renderli prosperi e potenti

 

La nostra cara  ummah è  il meglio dei popoli  

 

Allah ha decretato numerose vittorie per questa  ummah che in un solo anno, ha avuto vittorie tanto numerose quante non era mai avvenuto prima  per molti anni o ad anche secoli .

È venuto  il momento per questa generazione che stavano annegando in un mare di disgrazia e  cresciuto nel latte della umiliazione per essere  governata dl più vili di tutte le persone, Dopo il lungo sonno  delle  tenebre e dell’ abbandono, ecco,  è giunto il momento per loro di risorgere . è giunto il momento per la Ummah di Muhammad di  svegliarsi dal sonno dalle tenebre,  di togliersi gli abiti del disonore e scuotere la polvere della  umiliazione e della  disgrazia ,

L’era di lamenti e gemiti è finita e l'alba dell'onore è sorta  ancora una volta  di nuovo. Il sole del  jihad. è sorto La lieta novella del bene e dello splendore  si profila all'orizzonte  e i segni della vittoria sono apparsi.

 

Ecco la bandiera dello Stato islamico, la  bandiera del tawhid (  monoteismo)  si innalza e sventola . La sua ombra si estende da Aleppo a Diyala. Sotto di essa, le mura  dei tawaghit [tiranni] sono state abbattute,  le loro bandiere sono cadute, e le loro frontiere sono state distrutte.

In tutte e due i fronti ( Siria ed Iraq)  i loro soldati sono uccisi, imprigionati, o sconfitti. I musulmani sono acclamati . I kufar [miscredenti] sono disonorati.

 

Ahl al-Sunnah [i commentatori, cioè i sunniti] sono acclamati come maestri e stimati  La gente del  bid'ah sono umiliati

(I salafiti distinguono salaf ,delle origini e bid’ah novita venute dopo come le tradizioni nazionali: le novità - che possono risalire anche a molti secoli-  sono proibite ( harem) : questa distinzione è fondamentale  per essi )

 

 Le  hudud sono applicate

(Sono le punizioni  previste dal corani come la lapidazione che ormai vanno sparendo  ma che invece andrebbero integralmente e senza nessun attenuazione  comminate: da qui l'orrore che noi percapiamo per certe loro azioni come lo sgozzamento. ]

  l confini della Ummah sono difesi . Croci e tombe sono abbattute

 (si parla di tombe perche ritengono bid.ah il culto delle tombe di personaggi illustri che cosi verrebbero in qualche modo avvicnati a dio  il che sarebbe contrario al tawed, intransingente monoteismo: gli sciiti invece fanno ampio ricorso al culto delle tombe , soprattutto la ashura , e sarebbero per questo eretici, non veramente monoteisti

il problema ricorda quello la lotta  della iconoclastia che insanguinò l’oriente  cristiano )  

 

.I prigionieri sono passati  a fil di spada.

 Le gente dello stato islamico  si muove verso il benessere sulla via di Dio sicuri per quanto riguarda la loro vita e la ricchezza

 I Wulat [governatori] e giudici hanno ristabilito la  Jizya   sui non musulmani che vivono in dar el islam (terre mussulmane)

(La Jizya è una  tassa che i non cristiani dovevano pagare alla autorità per poter seguire il proprio culto: L’imposizione, segno di discriminazione e inferiorità  è scomparsa in tempi recenti:  la si vorrebbe ristabilire.  Il dar el islam sono le terre dominate dai mussulmane che non coincidono con la Ummah, comunita dei fedeli appunto perche in esso  è permesso di vivere anche  ai non mussulmani sia pure in una condizione di subalternità: gli atei invece non sono tollerati.)

 

E stato  ristabilito il  Fay '

[bottino di guerra  che si usava al tempo di Muahammed9: del bottino facevano parte anche le donne  e anche Muhammed ebbe delle  donne prigioniere come concubine: Il fatto che alcune donne yazidi e cristiane, come è stato riferito,  siano state ridotte a schiave sessuali forse dipende dall’applicazione di questo principio: tuttavia è solo una congettura)  

 

e ristabilita la zakat

[elemosina pagata dai musulmani: una dei cinque pilastri dell’ islam Tuttavia  la traduzione tradizionale di elemosina non è corretta:  si tratta  propriamente di un obbligo giuridico, di una tassa insomma  con la quale si mantiene la comunità cioe lo stato. Corrisponde al nostro concetto di elemosina invece la  sadaqa che è volontaria  anche se raccomandata )  

 

Tribunali sono stati stabiliti per risolvere controversie e reclami  

Cosi Il male è stato rimosso. Lezioni e corsi sono tenuti nelle moschee e, per grazia di Allah, la religione è diventata completamente per Allah.

 

"E resta una sola cosa, una wajib   Kifaya [obbligo collettivo]

non osservato da tempo  e  la Ummah non ha avuto onore da  quanto  lo ha perduto  E il  sogno che vive nel profondo di ogni credente musulmano.  la speranza  che  aleggia nel cuore di ogni Mujahid monoteista. E 'il Khilafa [califfato] , l'obbligo dimenticato da tanto tempo 

Pertanto, la  shura (consiglio) dopo aver attentamente valutato questo problema, sia resa grazie ad Allah, considerando  la assoluta  necessarietà  del  Khilafa che, se solo se  i musulmani sono pieni di peccati non cercano  di stabilire. Alla luce del fatto che lo Stato Islamico basato sulla shari’a non ha scuse per ritardare o trascurare  l'istituzione dell Khilafa, ha  deliberato di annunciare l'istituzione del califfato islamico e di nominare come  khalifa (califfo) per i musulmani

lo sceicco, il mujahid, lo studioso che pratica ciò che predica, il fedele, il leader, il guerriero, il restauratore, il discendente dalla famiglia del Rasul  il servo di Allah ibn Ibrahim 'Awwad Ibrahim Ibn Ibn 'Ali Ibn Muhammad Al-Badri, che è Al-Husayni Al-Hashimi [Al-Quraish del  lignaggio di Al-Samuraa' [Samarra in Iraq] per nascita ed educazione, ma che viene da Baghdad per esperienza e dottrina.: Al-Baghdadi

 

Egli ha accettato proferendo  la baya '[promessa di fedeltà]. Quindi  è l'imam e califfo per tutti i mussulmani ovunque si trovino . Di conseguenza, il termine di stato dell’Iraq e di sham ( levante) viene rimossa da tutte le deliberazioni ufficiali e sostituita da  Stato islamico dalla data di questa dichiarazione.

 

Chiariamo ai musulmani che con questa dichiarazione di Khilafa, spetta a tutti i musulmani giurare fedeltà al califfo Ibrahim e sostenerlo. La legalità di tutti gli emirati, gruppi, stati e organizzazioni si annulla  dall'espansione dell'autorità del califfato e dell’ arrivo delle sue truppe alle loro aree .

 

Il califfo Ibrahim è dotato di tutte le  condizioni indicate per il califfato dagli studiosi.

la sua autorità si è espande su vaste aree in Iraq e Al-Sham.( levante. Siria ma anche altri stati  del mediterraneo) 

 

Temete dunque Allah, o servi  di Allah. Ascolta il tuo califfo e obbedirgli.

 Dai supporto al tuo  stato che cresce giorno per giorno - con la grazia di Allah - con onore e nobiltà, mentre il nemico sprofonda nella sconfitta e nella fuga. Per Allah, tu non credere nella democrazia, al secolarismo, al nazionalismo, così come tutte e  altre immondizie e idee dell’occidente  Per grazia di Allah, allora tu avrai la terra intera e l’oriente e l’occidente si sottometteranno a te.

Allora o mussulmani accorrete e riunitevi  intorno al califfo, così che si può tornare come una volta, come  fu per secoli, i re della terra e cavalieri di guerra.

Venite in modo da essere onorati e stimati, vivendo come maestri con dignità. Per Allah, se non credete nella democrazia, laicità, nazionalismo, così come tutti le altre immondizie  dell’Occidente  e accorrete  alla vostra religione e fede: poi per concessione di  Allah, sarete i padroni del mondo  dell’est e dell’ovest , e  si sottometteranno  a voi. Questa è la promessa di Allah

 

Un messaggio a tutti i battaglioni  sulla faccia della terra,

composti da mujahidin e delle persone che lavorano per sostenere la religione di Allah e che alzano in alto le insegne  islamiche

Temete Allah per quanto riguarda voi stessi.

Temete Allah per quanto riguarda la vostra jihad.

Temete Allah per quanto riguarda la vostra  ummah

 

- Per Allah , non trovare nessuna  scusa basata sulla shari’a che giustifichi per voi il non dare supporto  allo stato islamico

E’ tempo per voi di porre fine alle aberranti divisioni e partigianerie che sono  contro la religione di Allah

E se voi abbandonate la lotta non danneggiate quella ma danneggiate voi stessi.

Non è consentito per una singola persona, per  voi che credete in Allah, dormire senza dare fedeltà al califfo. Se i vostri capi sussurrano a te sostenendo che non è un califfato, allora  ricordate  quanto tempo sussurrò a voi sostenendo che non era uno stato, ma piuttosto un immaginaria entità  di carta

O combattenti  islamici complimenti a voi. Congratulazioni per questa netta vittoria,

congratulazioni per questo grande trionfo. Oggi i miscredenti sono infuriati come mai e quasi muoiono  di rabbia e di dolore. Oggi i credenti gioiscono con la vittoria da Allah, con una sensazione di grande felicità. Oggi gli ipocriti sono degradati. Oggi l'Rafiditi quelli che rifiutano : la sunna cioè i gli  Sciiti], Sahawat ( il risveglio ,un movimento modernista)   gli apostati tutti sono umiliati. gli idolatri dell’est e dell’ovest  sono spaventati. Le nazioni dell'incredulità in Occidente sono terrorizzate. Oggi le bandiere di Satana  sono cadute

 

O combattenti,  accorrete intorno al califfo  Se qualcuno si rifiuta, venga spiccata la sua testa dal corpo o svuotato il suo ventre, chiunque esso sia 

 

 

 

 

The Islamic State of Iraq and al-Sham

by Aymenn Jawad Al-Tamimi
Middle East Review of International Affairs (MERIA Journal)
 

 

 

 

1785